RUOLI E FUNZIONI

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

 

 

RUOLI E FUNZIONI

 

I Docenti sono preposti a:

art.26 - Funzione Docente 1. La funzione docente realizza il processo di insegnamento/apprendimento volto a promuovere lo sviluppo umano, culturale, civile e professionale degli alunni, sulla base delle finalità e degli obiettivi previsti dagli ordinamenti scolastici definiti per i vari ordini e gradi dell'istruzione.

art.28 - Attività di Insegnamento 1. Le istituzioni scolastiche adottano ogni modalità organizzativa che sia espressione di autonomia progettuale e sia coerente con gli obiettivi generali e specifici di ciascun tipo e indirizzo di studio, curando la promozione e il sostegno dei processi innovativi e il miglioramento dell’offerta formativa.

art.29 - Attività Funzionali all’insegnamento 1. L’attività funzionale all’insegnamento è costituita da ogni impegno inerente alla funzione docente previsto dai diversi ordinamenti scolastici. Essa comprende tutte le attività, anche a carattere collegiale, di programmazione, progettazione, ricerca, valutazione, documentazione, aggiornamento e formazione, compresa la preparazione dei lavori degli organi collegiali, la partecipazione alle riunioni e l’attuazione delle delibere adottate dai predetti organi. 2. Tra gli adempimenti individuali dovuti rientrano le attività relative: a) alla preparazione delle lezioni e delle esercitazioni; b) alla correzione degli elaborati; c) ai rapporti individuali con le famiglie.3. Per assicurare l'accoglienza e la vigilanza degli alunni, gli insegnanti sono tenuti a trovarsi in classe 5 minuti prima dell'inizio delle lezioni e ad assistere all'uscita degli alunni medesimi.

Ciascun dipendente è tenuto ad applicare, nell’espletamento del proprio ruolo il Codice di comportamento del dipendente della P.A. ( allegato al CCNL 24/07/2003- di cui costituisce parte integrante)

Il personale è chiamato ad uniformarsi che non ledano l’immagine dell’istituzione e che siano coerenti con le specifiche finalità educative dell’intera comunità scolastica.

In particolare:

in ogni momento della vita scolastica andrà tutelata la sicurezza degli alunni;

è vietato diffondere dati personali e sensibili che riguardano sia gli alunni che le loro famiglie;

ciascun insegnante è responsabile del corrette uso (diffusione, comunicazione, registrazione, conservazione) dei dati in suo possesso ( legge sulla privacy e doveri sul segreto d’ufficio);

deve essere mantenuto un corretto comportamento con i colleghi, con tutto il personale e con le famiglie;

i beni comuni devono essere usati e custoditi con cura e responsabilità;

la documentazione va tenuta con cura e diligenza;

si deve cooperare al buon andamento dell’istituto.

Si sottolinea la scorrettezza che l’uso del cellulare costituisce durante le ore di lezione.

Si fa presente che è stata emanata già nel 1998 la C.M. n. 362 del 25 agosto 1998- , con la quale portava a conoscenza di tutto il personale la norma descritta.

Collaboratori del Dirigente Scolastico

Art. 34 CCNL Quadriennio Giuridico 2006 - 2009

Collaboratore con funzione vicaria sostituisce il Dirigente scolastico e ne svolge tutte le funzioni

in caso di assenza:

1. Assicura il servizio presso l’Istituto scolastico sin dalla prima ora per l’intera settimana, escluso il giorno libero;

2. Coordina il P.O.F e pianifica le attività delle altre funzione;

3. Organizza l’orario, gli adattamenti di orario e tutte le altre forme di sevizio in caso di partecipazione degli insegnanti a scioperi, assemblee sindacali;

4. Collabora con i responsabili di plesso e/o coordinatori di classe e sezione;

5. Sovrintende alla formazione delle classi, sezioni, di concerto con il Dirigente, sulla base dei criteri stabiliti;

6. È referente dell’organizzazione di iniziative esterne/interne alunni/docenti;

7. Rendiconta e coordina le attività delle funzioni strumentali;

8. Cura i rapporti con i genitori;

9. Organizza le sostituzione dei docenti assenti;

10. Definisce le comunicazioni degli incontri scuola-famiglia;

11. Vigila sull’orario di servizio del personale;

12. Pianifica le attività collegiali d’intesa con il Dirigente scolastico;

13. Raccoglie i materiali relativi alle programmazioni, ai progetti formativi e alla relativa documentazione;

14. Verifica le esecuzioni dei deliberati dei consigli di classe e del Collegio dei Docenti;

15. Soprintende alle problematiche relative alla privacy;

16. Cura l’organizzazione degli esami

 

Secondo Collaboratore adempie a tutti gli adempimenti di competenza del D.S. in assenza del Dirigente Scolastico ed in assenza del collaboratore vicario.

In particolare

1. Assicura il servizio presso l’Istituto scolastico sin dalla prima ora per l’intera settimana, escluso il giorno libero;

2. È segretario verbalizzante del Collegio dei docenti;

3. Supporta, il D.S. unitariamente al primo collaboratore, in tutti gli adempimenti di pertinenza, concordandoli con li D.S.;

4. Controlla le uscite anticipate e/o posticipate degli alunni;

5. Giustifica, nei modi consueti, i ritardi e le assenze degli alunni;

6. Sostituisce i Docenti per assenze brevi utilizzando i docenti disponibili secondo un ordine dettato prioritariamente da esigenze didattiche e poi da disponibilità dei docenti, infine per esigenza di vigilanza degli alunni ;

7. Adotta l’orario delle lezioni alle esigenze contingenti;

8. Vigila sul regolare svolgimento delle lezioni e delle attività laboratoriali;

9. Adotta eventuali provvedimenti di urgenza per evitare situazioni di pericolo e ne informa tempestivamente il D.S.;

10. Assicura il puntuale rispetto delle disposizioni del Dirigente Scolastico

11. Accerta le comunicazioni tra scuola e R.S.P.P. e R.L.S.

12. Informa tempestivamente il D.S. in merito a situazioni problematiche e/o impreviste.

 

Coordinatore di classe è preposto ai seguenti compiti:

1. Raccoglie le varie proposte dei docenti comprese quelle per acquisto strumenti e sussidi didattici;

2. Procede al raccordo delle risultanze delle riunioni e alla stesura dei documenti del Cd Classe;

3. Predispone la raccolta dei dati completi per l’esame dei nuovi libri di testo da sottoporre al Collegio dei Docenti e ne controlla il non superamento del tetto massimo consentito;

4. Promuove incontri tra docenti e famiglie se necessari ed opportuni;

5. Controlla l’andamento generale della classe segnalando tempestivamente le assenze, i ritardi ingiustificati degli alunni e proponendo al Dirigente scolastico l’adozione di provvedimenti volti ad eliminare comportamenti non conformi al Regolamento d’Istituto;

6. Individua gli studenti che necessitano di attività di recupero;

7. Compila i verbali di tutte le riunioni e/o si avvale a turno di un segretario;

8. Cura l’individuazione da parte del Consiglio di intersezione, di interclasse di classe degli itinerari compatibili con il percorso didattico, dei docenti accompagnatori e della scelta del periodo di effettuazione delle varie uscite;

9. Raccoglie la programmazione individuale dei singoli docenti e la custodisce nell’Agenda dei Verbali di Classe per la S. S. di 1°, nell’Agenda della Programmazione per la Scuola Primaria, nel Registro dell’Intersezione per la Scuola dell’Infanzia. Le programmazioni di ciascun docente devono essere consegnate entro il 30 ottobre di ogni anno scolastico, le stesse possono essere integrate dopo l’approvazione del P.O.F.;

10. Presiedere i Consigli di intersezione, interclasse, di classe controllando che la discussione sia attinente agli argomenti all’o.d.g. e non consentendo deviazioni e divagazioni;

11. Presiede i Consigli richiedendo l’attenzione e la partecipazione di tutti;

12. Presiede il seggio per l'elezione dei genitori nel consiglio di classe

13. Mette in atto ogni strategia che riterrà opportuna al fine di ridurre la dispersione scolastica intesa sia come insuccesso e abbandono che come promozione stentata o con risultati inferiori a quelli consentiti dalle capacità dello studente

14. Verifica settimanalmente l’assiduità della frequenza e la regolarità delle giustifiche, intervenendo in modo adeguato presso le famiglie ed i colleghi per rimuovere la causa delle assenze;

15. Segnala alle famiglie i casi di elevato assenteismo

16. Prende in carico eventuali problemi quali incomprensioni, carichi di lavoro, che si venissero a creare tra docenti ed alunni;

17. Individua casi di scarso profitto monitorando, con l’ausilio dei colleghi, l’andamento in itinere dello studente e provvedendo ad informare puntualmente i genitori;

18. Svolge, coadiuvato da tutti i docenti componenti il consiglio di classe azione di vigilanza sul rispetto dell’ambiente e delle suppellettili della classe ed, in particolare, con l’ausilio dei Coordinatori di plesso e degli Collaboratori scolastici, sul corretto svolgimento della raccolta differenziata all’interno della classe

 

Referente dei progetti è preposto ai seguenti compiti :

1. Predispone la documentazione per facilitare la realizzazione dei progetti raccogliendo informazioni e notizie utili;

2. Comunica lo sviluppo del progetto alla funzione strumentale preposta per il necessario monitoraggio;

3. Programma e coordina i lavori;

4. Richiede ad ogni docente coinvolto nel progetto l’espletamento del compito assunto nonché la massima collaborazione per la riuscita del progetto stesso;

5. Si interfaccia con i genitori informandoli delle varie fasi di attuazione del progetto, creando i presupposti per una fattiva collaborazione;

6. Verifica il raggiungimento degli obiettivi previsti dal progetto;

7. Valuta la riuscita e la ricaduta del progetto in ambito scolastico e territoriale;

8. Relaziona al Dirigente scolastico lo svolgimento del progetto (obiettivi, contenuti, problemi emersi, difficoltà, proposte per il futuro) verifica la ricaduta del progetto sugli apprendimenti degli studenti e sulla qualità dell’insegnamento dell’intero Istituto Comprensivo.

 

                                                                                                                                                          IL DIRIGENTE SCOLASTICO

                                                                                                                                                        Prof.ssa Rossella SIMEONE

 

 RUOLI E FUNZIONI

  


Allegati

Non sono presenti allegati in questa pagina

Contatti